mercoledì 4 novembre 2015

Eros si diverte

Una palla color di porpora
Mi getta Eros dai crini d'oro,
E a giocar mi tenta con una fanciulla
Dalle variopinte scarpette.
Ella però, che è della culta Lesbo,
Il bianco mio capo disdegna:
Per una femminea chioma sospira.

-- Anacreonte --
in questa poesia, recitata come era solito fare durante i Simposi, il poeta greco Anacreonte esprime il suo rammarico per il fatto di non essere più apprezzato dalle giovani fanciulle greche che sono attratte invece dai giovani dalle belle chiome.

2 commenti:

Antonio C. ha detto...

"una femminea chioma" potrebbe non essere solo quella dei giovani. Dati i riferimenti di Anacreonte all'amore saffico potrebbe riferirsi alla chioma delle giovani.

ps - ho cancellato il precedente commento perché due errori ortografici in tre righe sono inaccettabili :-)

Paolo Sartiano ha detto...

in questo caso si riferisce all'amore della fanciulla per un altro giovane. ;)